24/06/2016 – inauguriamo il nuovo sito Agritour.te.it
24 giugno 2016
Agriturismo La Pretula – 27/05/2016
29 giugno 2016

Restaurant “Zu den 12 Aposteln” – 22/04/2016 – Francoforte & Bamberga

Valutazione
  • Tappa Estera
5.0

Forse non era il numero di tappa più adatto per i festeggiamenti, ma a noi che ce ne frega, la 183a tappa agritour la trascorriamo in Germania, consolidando di fatto una tradizione che speriamo di poter continuare a lungo e almeno annualmente. Partenza dal nostro caro aeroporto di Pescara con tanto di suspense al check-in quasi in chiusura, ma chiaramente non potevano partire senza i 19 agrinauti che già all’arrivo nella caldissima Francoforte formavano una macchia di color verde e amaranto grazie all’abbinamento della felpa e della maglia “cetti amici”! Sistemati nel consueto Meininger di turno, prima tappa al centro di Francoforte sul Meno e visita alla splendida cattedrale con successiva fermata obbligata nella adiacente storica birreria Paulaner. Dopo il meritato break a base di bionde e bretzel, la destinazione successiva è il locale prescelto per la tappa ufficiale: “Zu Den 12 Aposteln” che per i non francofoni equivarrebbe ad un nostro “Ai Dodici Apostoli”.

Come lo scorso anno in Belgio, anche in Germania non si è trattato della tipica cena agritour, ma di un assaggio collettivo dei più importanti piatti tipici serviti dalla birreria (nelle recensioni del più famoso tripadvisor si piazza al nono posto su più di 1700 locali riportati) accompagnati dalle birre di loro produzione e dalla locale bevanda tipica l’apfelwein (sidro di mele). Tra i piatti assaggiati, oltre alle grigliate miste di carne e verdure, la classica Schnitzel con pancetta, uova, cipolle caramellate e patate arrosto, l’ottimo stinco di maiale con wurstel, patate al forno e crauti, e un paio di dolci tipici uno a base di gelato e panna e l’altro simile ad un’apple pie.

Il secondo giorno, clou della trasferta, ci dirigiamo verso la capitale birraria della Franconia, la medievale Bamberga (patrimonio mondiale dell’Unesco). Prima fermata mattutina alle due birrerie all’ingresso del borgo, le dirimpettaie Fassla e Spezial dove ci si immerge da subito nel clima del posto dove la birra viene condivisa con il vicino di posto, chiunque esso sia, essenza vera della socializzazione universale. Il destino ha voluto che in questo week end si festeggiasse il 500nario dell’Editto della Purezza (in tedesco Reinheitsgebot per i non addetti ai lavori consigliamo di leggere questo link  e vedere le foto su mondobirra) e che al centro della cittadina si svolgesse una manifestazione dove era possibile assaggiare, dagli stands dei produttori, tutte le birre di Bamberga. Ovviamente non ci siamo fatti pregare ed è stato un ottimo momento per divertirsi anche a suon di musica, tra un ballo, una pioggia purificatrice e qualche piatto dello street food locale (anatre, wurstel di diverse dimensioni e colori come da tradizione tedesca …) senza dimenticare le incursioni nelle birrerie più lontane dal centro come la notissima Schlenkerla per assaggiare la più famosa delle rauchbier affumicate.

In serata euforico rientro in hotel per riposarsi ed essere pronti ad affrontare l’ultimo giorno di Germania trascorso tra i vicoli e i lungofiume di Francoforte a bordo dell’immancabile Citysightseing. Pranzo nel quartiere di Sachsenhausen dove si trova l’Apfelweingaststätte Struwwelpeter che oltre ad uno stinco di maiale formidabile produce un altrettanto formidabile sidro. Comodo rientro verso l’hotel, passeggiando tra le vie della città, con aperitivo leggero e birretta che sgrassa a base di Rauchbier di Schlenkerla. Di questa vacanza oltre ai luoghi, le tradizioni, le birre ed il clima tedesco, resteranno anche gli aforismi tedeschi e di Goethe che a Francoforte nacque; ne vogliamo ricordare due, emblematici: il primo di Goethe che racchiude l’essenza del nostro viaggio “Conoscere i luoghi, vicino o lontani, non vale la pena, non è che teoria; saper dove meglio si spini la birra, è pratica vera, è geografia” e il secondo di un anonimo tedesco che dice “… bere non è la risposta. Ma bere ti fa dimenticare la domanda!” e in qualche caso anche la carta d’identità! Non ci resta che darci appuntamento alla prossima tappa!

Alf&Zama ’16

Valutazione
  • Tappa Estera
5.0

5 Comments

  1. Daniele D.N. ha detto:

    Voglio ripartireeeee!!!!

  2. nico ha detto:

    Complimenti ragazzi… e grazie per la delicatezza con cui avete immortalato un momento “grottesco”… la mia carta di identità… 🙂

  3. Zama ha detto:

    fantastico viaggio con una fantastica compagnia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *